Come Ottenere Una Decryption Key E Recuperare I Dati Di Un Ransomware

Scopri come ottenere una decryption key e recuperare i dati di un ransomware attraverso i migliori software di decrittazione.

I tuoi file sono stati danneggiati dopo un attacco ransomware? HelpRansomware

I tuoi file sono stati danneggiati da un attacco ransomware?

HelpRansomware è l’unica azienda in grado di ripristinare al loro stato originale i file danneggiati

Cos’è una ransomware decryption key?

Una ransomware decryption key, o chiave di decrittazione ransomware, è un insieme di istruzioni che possono essere utilizzate per decrittare file che sono stati crittografati dal ransomware.

Nel caso del ransomware, di solito la decryption key viene rilasciata dai creatori del malware dopo che il riscatto è stato pagato.

Esistono diversi tipi di chiavi di decrittazione:

  • Simmetrica: la stessa chiave viene utilizzata per crittografare e decrittografare un file;
  • Asimmetrica: utilizza una coppia di chiavi diverse per la crittografia e la decrittazione, così come spiega Microsoft;
  • Pubblica e privata: sono le due chiavi utilizzate nella crittografia asimmetrica.

La pubblica è potenzialmente disponibile per tutti, mentre la privata si rende disponibile solo al destinatario del messaggio;

  • Precondivisa (Pre-Shared Key, PSK): è una decryption key precedentemente scambiata tra due utenti attraverso un sistema di comunicazione sicuro.

Molti attacchi ransomware utilizzano un algoritmo di crittografia a chiave simmetrica.

Questo metodo di crittografia permette di ottenere ottimi risultati considerando che, come riportato dal report di Varonis, il 64% delle aziende mantiene file sensibili aperti a tutti gli impiegati.

Cos’è una ransomware decryption key HelpRansomware

Ciò significa che è sufficiente una crittografia minima per accedere.

Cos’è la cifratura della password?

La crittografia della password è un processo di conversione di un testo originale (testo in chiaro) in un codice (testo cifrato).

Questo fa in modo che soltanto chi conosce la decryption key può accedervi.

In alcuni casi, il testo cifrato può essere decifrato o riconvertito in testo in chiaro utilizzando la stessa chiave, come per la crittografia a chiave simmetrica.

Quando una password viene criptata o cifrata, significa che è stata protetta da un algoritmo di cifratura che rende più difficile l’accesso.

La cifratura della password, quindi, è un sistema di protezione.

Le chiavi di decrittazione consistono in una combinazione di numeri e lettere e non dovrebbero essere prevedibili.

Pertanto, evita password come il tuo nome o la tua data di nascita, che sono informazioni alle quali è facile avere accesso.

Qual è la password di un file criptato?

Con la tecnologia attuale, non ci sono chiavi impossibili da decifrare.

Però, esistono fondalmente tre metodi per generare chiavi di lunghezza difficili da crittografare:

  • Utilizzo di un sistema crittografico asimmetrico come la crittografia RSA o Diffie-Hellman.

Questi algoritmi richiedono due chiavi diverse: una per crittografare il file e una per la decrittazione.

Questi algoritmi non sono così ampiamente utilizzati perché richiedono più tempo per il calcolo rispetto alla crittografia a chiave simmetrica;

  • Utilizzo di una funzione unidirezionale come un hash che genera una stringa casuale incredibilmente lunga.

L’hash è descritto da Trend Micro come:

“Impronte digitali per i file. Il contenuto di un file viene elaborato tramite un algoritmo crittografico e viene prodotto un valore numerico univoco, il valore hash, che identifica il contenuto del file”.

Tuttavia è possibile generare hash brevi che si combinano con altri algoritmi di hashing che producono chiavi lunghe che condividono lo stesso livello di complessità;

  • Utilizzando il paradosso del compleanno per selezionare grandi numeri primi tra 1 e N dove N è il numero di byte in una determinata dimensione del file.

In un file crittografato, la cifratura viene utilizzata per rendere i dati incomprensibili a coloro che non dispongono della decryption key.

Vuoi rimuovere il ransomware in modo rapido e sicuro? HelpRansomware

Vuoi rimuovere il ransomware in modo rapido e sicuro?

HelpRansomware ha aiutato migliaia di aziende e amministrazioni a riprendersi da un attacco ransomware

Come ottenere una decryption key?

In linea di massima, per ottenere una decryption key, devi essere il proprietario del file crittografato.

La chiave di decrittografia, infatti, può essere ottenuta dalla persona che ha creato il file o da qualcuno che sappia come decrittografarlo.

Una delle opzioni a tua disposizione per ottenere la password di un file crittografato è utilizzare attacco di forza bruta.

Un attacco di forza bruta è quando un computer prova ogni possibile combinazione di lettere, numeri e simboli finché non trova quella giusta.

Secondo Abnormal Security, il volume degli attacchi di forza bruta è cresciuto del +160% a partire da maggio 2021 fino a metà giugno.

Come ottenere una decryption key HelpRansomware

In alternativa, puoi utilizzare uno strumento di recupero della password che ti permetta di decrittografare il tuo file.

Per decrittografare il file, però, è necessario utilizzare un software di recupero password compatibile con il tipo di file crittografato.

Ad esempio, se il tuo file crittografato è un documento .rtf, avrai bisogno di un software compatibile con RTF.

Inoltre, deve essere chiaro che avere semplicemente accesso al tuo file crittografato non significa che puoi decrittarlo.

Come ottenere la decryption key AES 256?

AES 256 è un algoritmo di crittografia simmetrica standard, come si legge anche sul sito di Intel.

È stato progettato per crittografare i dati in modo sicuro e senza possibilità di essere violato da un attacco di forza bruta.

La decryption key AES 256 viene generata utilizzando la password dell’utente e il salt, che è una sequenza casuale di bit.

Il salt e la password non vengono mai memorizzati o trasmessi al di fuori del tuo computer, come metodo di protezione ransomware.

Ogni blocco di dati è crittografato con una chiave univoca derivata da una password.

Questo algoritmo si basa sul cifrario a blocchi AES-CBC.

L’algoritmo di crittografia mescola prima l’input di testo normale con un vettore di inizializzazione seguito da 214 byte di nonce.

Come spiegato da TechTarget, il nonce è:

“Un numero casuale o semi-casuale generato per un uso specifico. È correlato alla comunicazione crittografica e alla tecnologia dell’informazione (IT). Il termine sta per “numero usato una volta” o “numero una volta” ed è comunemente indicato come nonce crittografico”.

Il risultato viene quindi sottoposto a XOR con la chiave per produrre testo cifrato che non può essere determinato senza conoscere il vettore di inizializzazione e la chiave.

AES 256 utilizza chiavi a 128 bit e può supportare solo un massimo di 16.000.000 di blocchi.

Come riportato dall’EE Times, ci potrebbero volere 1 miliardo di miliardi di anni per decifrare la chiave AES a 128 bit usando un attacco di forza bruta.

Come ottenere la decryption key AES 256 HelpRansomware

Questo rende la decryption key AES 256 molto sicura.

Cos’è il software di decrittografia del ransomware?

Il ransomware è un tipo di malware che si installa sul tuo computer e crittografa tutti i file.

Quindi chiede un riscatto per decrittografare i file.

Il software di decrittazione ransomware è un tipo di software in grado di decrittografare i tuoi file se sei stato colpito da ransomware.

Lo fa generando una decryption key basata su ciò che sa del ransomware.

Questo software decripta i file e li ripristina nella loro forma originale.

Il software di decrittazione è progettato per essere utilizzato prima che il sistema venga crittografato, per raccogliere tutte le informazioni richieste che saranno necessarie durante la decrittazione dei file su un computer.

Il miglior software di decrittazione ransomware?

Esistono diversi tipi di ransomware, ma tutti hanno una cosa in comune: crittografano i tuoi file e richiedono denaro per la chiave di decrittazione.

Il ransomware è una delle minacce informatiche più diffuse al giorno d’oggi.

Crittografa i tuoi file personali e aziendali e richiede un riscatto per decrittografarli.

Con l’aiuto di una decryption key, invece, puoi riottenere l’accesso ai tuoi file senza pagare il riscatto.

Esistono molti strumenti decrittazione ransomware disponibili sul mercato gratuitamente o a pagamento, ma non tutti sono affidabili.

Quindi, come scegliere il miglior software di decrittazione ransomware?

Il miglior software di decrittazione ransomware dovrebbe essere in grado di decrittografare i file crittografati e fornire alcune informazioni di supporto per aiutarti a identificare, individuare e recuperare i dati cancellati o persi.

Inoltre, dovrebbe avere un’interfaccia user-friendly con semplici passaggi da seguire durante la navigazione nel programma.

Dovrebbe anche avere un buon team di assistenza clienti in grado di rispondere alle tue domande dopo aver acquistato il software.

Un buon modo per capire se ti puoi fidare è esaminare le recensioni di altri utenti.

Infine, assicurarti che il software di decriptazione sia compatibile con il tuo sistema operativo e dispositivo.

Kaspersky può decrittare i ransomware?

Sì, Kaspersky può decifrare alcuni ransomware.

La società, per esempio, ha istituito un servizio di decrittazione per le vittime dell’ultimo attacco del ransomware WannaCry.

Il servizio è gratuito e disponibile per chiunque sia stato infettato dal ransomware.

La decryption key viene generata sul dispositivo dell’utente e protetta con un potente algoritmo di crittografia per evitare abusi.

Inoltre, la chiave di decrittazione viene automaticamente eliminata dal dispositivo una volta utilizzata.

Hai bisogno di aiuto per recuperare i tuoi dati? HelpRansomware

Hai bisogno di aiuto per recuperare i tuoi dati?

Rimuoviamo il ransomware e recuperiamo i tuoi file

Avast può decifrare i ransomware?

Avast è uno dei pochi programmi antivirus in grado di decifrare il ransomware.

Utilizza un motore basato sul deep learning per identificare e rimuovere malware, incluso il ransomware.

Avast dispone di uno strumento di decrittazione integrato in grado di decrittografare i file crittografati da molte varianti di ransomware.

Questa chiave di decrittazione non è disponibile gratuitamente per decrittografare il ransomware, ma può essere acquistata insieme ad altri loro prodotti.

È possibile decrittare un ransomware?

La maniera migliore e più sicura di decriptare un ransomware è rivolgersi ad un’azienda di specialisti come HelpRansomware.

In alternativa, gli altri modi per decrittografare un ransomware sono pagare il riscatto o trovare un modo per ottenere la decryption key.

Come consigliano gli esperti di HelpRansomware, mai e poi mai devi pagare il ransomware!

Ti è stato richiesto di pagare un riscatto per recuperare i tuoi file e accedere nuovamente al sistema? HelpRansomware

Ti è stato richiesto di pagare un riscatto per recuperare i tuoi file e accedere nuovamente al sistema?

Non pagare il riscatto! Contatta HelpRansomware

Per quanto riguarda la decryption key, questa viene solitamente archiviata sullo stesso server del ransomware.

Ciò significa che se riesci ad accedervi, puoi decrittare tutti i tuoi file, ma non è assolutamente facile.

Il ransomware in genere arriva come allegato di posta elettronica o collegamento in un’e-mail di phishing.

Secondo il Dipartimento per la cultura, i media e lo sport (DCMS) del governo britannico, l’83% delle aziende e il 79% degli enti di beneficenza hanno segnalato attacchi di phishing nel 2021.

È possibile decrittare un ransomware HelpRansomware

Si diffonde quindi ad altri computer della rete e spesso si replica automaticamente installandosi su nuovi dischi rigidi e server.

Una volta installato, il ransomware può crittografare tutti i file nel tuo computer, rendendoli inaccessibili fino a quando non effettuerai un pagamento. 

Se non paghi, i tuoi dati verranno cancellati.

Oppure, come nel caso del ransomware a doppia estorsione, gli hacker possono minacciarti una seconda volta anche dopo il pagamento del riscatto.

Il ransomware può essere protetto da una crittografia avanzata e potrebbe persino eliminare tutti i backup che hai effettuato dei tuoi file.

A questo punto, dovrai eseguire il ripristino dai backup se desideri ripristinare i dati.

Quanto tempo ci vuole per decrittare un ransomware?

Gli attacchi ransomware stanno diventando sempre più sofisticati e prendono di mira le aziende che non sono preparate per questo tipo di minaccia.

Secondo Alvaka, ci vogliono una o due settimane per riprendersi da un ransomware.

Quanto tempo ci vuole per decrittare un ransomware HelpRansomware

Tuttavia, le variabili sono moltissime e le tempistiche possono differire notevolmente.

Non esiste una somma di denaro che possa compensare l’impatto diretto, la perdita di dati e tutti i danni collaterali associati che derivano da un attacco ransomware.

Comunque, secondo il rapporto del World Economic Forum, il costo delle violazioni per un’organizzazione è elevato, in media di 3,6 milioni di dollari.

Costo delle violazioni per le organizzazioni HelpRansomware

A questo si somma che non sempre le vittime riescono a recuperare i propri dati.

La decryption key è l’unico modo per recuperare file crittografati dopo che un attacco ransomware è stato eseguito sul tuo computer.

Come decriptare file criptati dal ransomware?

La decryption key è spesso nascosta nel codice del ransomware.

Esistono tre modi fondamentali per decriptare file ransomware:

  • Trova e inserisci la decryption key dalla memoria (se è memorizzata sul tuo computer);
  • Trova e inserisci la chiave di decrittazione dai tuoi backup;
  • Acquista uno strumento di decrittazione in grado di sbloccare i tuoi file dall’aggressore.

Gli strumenti di decrittazione sono numerosissimi e devi stare attento ad utilizzare quello specifico per il tipo di ransomware che ti ha attaccato.

Il limite di questo strumento è che il suo utilizzo richiede determinate competenze informatiche.

Assicurati di non eseguire altri programmi sul computer durante il tentativo di decriptare file ransomware attraverso strumenti di decrittazione.

È possibile che interferiscano con il processo di decrittazione e peggiorino le cose.

Se non hai conoscenze in tale ambito, la soluzione migliore per decriptare file ransomware è rivolgersi a HelpRansomware.

Contattaci per spiegare il tuo caso: invia una prova del ransomware che ti ha attaccato e noi penseremo alla decrittazione e al ripristino di tutti i file danneggiati dal malware.

In ogni caso, se sei stato attaccato da un ransomware, la prima cosa da fare è smettere di usare il computer e disconnetterlo da Internet.

Se hai una copia di backup dei dati che non è stata danneggiata, la soluzione più facile è ripristinare file criptati attraverso questo metodo.

Come decriptare file criptati dal ransomware HelpRansomware

Il report di Backblaze soltanto il 10% effettua il backup dei dati giornalmente, mentre il 20% non lo effettua mai.

Questi numeri rappresentano un enorme problema per la sicurezza della tua azienda.

È possibile decrittare file ransomware con una decryption key online?

La risposta è sì, è possibile decrittografare i file ransomware con una chiave di decrittazione online.

Esistono molti siti Web affidabili che offrono questo servizio gratuitamente, come NoMoreRansom.org, creato da Europol e dall’Agenzia di polizia nazionale olandese in collaborazione con Kaspersky Lab e Intel Security.

Tuttavia, questo dipende dal tipo di ransomware.

Se il ransomware è un virus di crittografia dei file, è possibile decrittare i file con una decryption key online.

Ma se il ransomware è un virus di crittografia del disco, non è possibile aprire file criptati senza avere accesso al disco rigido.

Non sai come decifrare i tuoi file? HelpRansomware

Non sai come decifrare i tuoi file?

HelpRansomware analizza in profondità tutti i tuoi dati crittografati per procedere al loro ripristino

Si può decriptare un file senza decryption key?

Se un utente non ha accesso alla decryption key, il file deve essere recuperato utilizzando altre tecniche.

Esistono cinque diverse tecniche di base che possono essere utilizzate quando si violano i file senza una chiave:

  • Attacco di forza bruta, la forma più semplice di attacco hacker: implica provare ogni possibile chiave finché non si ottiene quella corretta;
  • Analisi della frequenza: è simile agli attacchi di forza bruta in quanto si basa sul provare molte diverse combinazioni di caratteri e alfabeti; ma il suo obiettivo è capire la frequenza dei caratteri in un file crittografato;
  • Analisi della periodicità: utilizza algoritmi per rilevare e analizzare comportamenti al di fuori della normalità;
  • Statistiche: servono per elaborare modelli di comportamento del ransomware per scovare le vulnerabilità, però anche per cercare la decryption key sulla base di calcoli probabilistici
  • Attacco a dizionario, è un’altra variante dell’attacco di forza bruta, ma si basa sul produrre possibili decryption key a partire dalle parole di un dizionario.

Una decryption key, invece, può essere utilizzata per decriptare un file senza avere alcuna conoscenza della crittografia o di un algoritmo di crittografia.

È possibile recuperare i file criptati dal ransomware?

Sì, in linea di massima è possibile rimuovere ransomware decriptare file.

Tuttavia, questo processo presenta delle difficoltà, anche perché riuscire a decriptare i file non significa averli recuperati.

Decriptazione e recupero sono due fasi distinte che una vittima di ransomware deve affrontare.

A volte, infatti, anche se si riesce a decriptare i file, questi restano danneggiati e non sono comunque utilizzabili.

Secondo il rapporto di Sophos, solo l’8% circa delle vittime recupera tutti i propri dati.

È possibile recuperare i file criptati dal ransomware HelpRansomware

In ogni caso, il recupero dei file è l’ultima fase di tutto il processo.

Dal momento in cui sei vittima di un ransomware attack, però, devi passare per una serie di azioni che vedremo in dettaglio nei prossimi paragrafi:

  • Identificare l’infezione;
  • Riconoscere il tipo di ransomware;
  • Informare le forze dell’ordine;
  • Ripristinare i sistemi da un backup.

Infatti, il modo migliore per impedire che i tuoi dati vengano crittografati dal ransomware è eseguire regolarmente il backup dei file e utilizzare un software anti ransomware.

Identificare l’infezione

Il ransomware può assumere diverse forme, alcune delle quali non sono immediatamente riconoscibili.

Secondo un’analisi di DataProt, ci sono più di 1 miliardo di programmi malware.

Identificare l’infezione Helpransomware

HelpRansomware mette a disposizione delle vittime un insieme di servizi che coprono tutto il procedimento, dall’identificazione all’eliminazione e ripristino dei dati.

Per identificare se il tuo sistema è stato infettato da ransomware, fai attenzione a questi sintomi:

  • Lo schermo del tuo sistema è bloccato e non puoi accedere al tuo desktop;
  • Non sei in grado di accedere a nessun file sul tuo computer;
  • Puoi vedere una richiesta di riscatto che richiede denaro in cambio del rilascio della decryption key.

Altri tipi di malware, però, agiscono in maniera meno evidente e potrebbe essere più difficile accorgersi dell’infezione.

È il caso dei malware keylogger, che registrano ogni battitura che l’utente fa sul proprio computer, e vengono utilizzati per rubare informazioni personali della vittima.

Questo tipo di spyware è molto usato in combinazione con il ransomware.

Prima il keylogger ruba password e informazioni utili per realizzare un attacco di ingegneria informatica o phishing; poi il ransomware infetta il dispositivo.

Non sei sicuro del tipo di ransomware che ha crittografato i tuoi dati? HelpRansomware

Non sei sicuro del tipo di ransomware che ha crittografato i tuoi dati?

HelpRansomware Identifica, rimuove e recupera i tuoi dati da qualsiasi tipo di ransomware

Riconoscere il tipo di ransomware

Esistono dei tool che ti aiutano a riconoscere il ransomware responsabile dell’infezione:

  • Bitdefender Ransomware Recognition Tool: la famosa azienda di sicurezza informatica ha rilasciato questo software che, una volta installato, ti permette di conoscere il nome del ransomware o le sue varianti.

Inoltre, se disponibile, ti fornisce anche una decryption key attraverso un link con la quale rimuovere ransomware;

  • ID ransomware: è un servizio online che, come specificato sul sito, è capace di riconoscere 490 ransomware.

Il tool funziona inserendo il file con il quale gli hacker hanno chiesto il riscatto o uno dei file criptati.

In generale, per riconoscere il tipo di infezione, controlla l’estensione dei tuoi file: se presentano un’estensione diversa dall’abituale, vuol dire che sei stato infettato.

A seconda di qual è l’estensione, potrai anche capire da quale ransomware sei stato attaccato.

Informare le forze dell’ordine

L’attacco ransomware rientra a pieno titolo nei crimini informatici.

Per questo motivo, se sei stato attaccato da un ransomware, devi immediatamente informare le forze dell’ordine.

L’Internet Crime Complaint Center (IC3) gestito dall’FBI, riporta di aver ricevuto 3.729 denunce per ransomware nel 2021.

Informare le forze dell’ordine HelpRansomware

Le autorità saranno in grado di aiutare con le indagini e consigliare su come procedere, anche fornendoti una decryption key.

Potrebbe richiedere dei tempi di azione lunghi, ma questa è la cosa giusta da fare.

Ripristinare i sistemi da un backup

Il termine backup è tipicamente usato per riferirsi alla copia e all’archiviazione di dati informatici su dispositivi di archiviazione secondari, come nastri o dischi magnetici.

Questo metodo di archiviazione dei file è uno dei modi più sicuri per proteggersi dal ransomware.

Il processo di ripristino dei sistemi da un backup comporta la decrittografia dei dati e quindi il loro utilizzo per ricreare il sistema.

Per stare sicuri di avere sempre tutti i dati a tua disposizione, anche senza una decryption key, è fondamentale avere un backup offline.

Salvare i tuoi file su un dispositivo USB, per esempio, può essere la migliore opzione per recuperare tutto senza la necessità di pagare il riscatto.

Conclusioni

In questo articolo ti abbiamo mostrato tutto ciò che devi sapere sulle chiavi di decrittazione e la loro importanza per recuperare i file attaccati da un ransomware.

Questo sono le conclusioni che puoi trarre:

  • Una ransomware decryption key, è un insieme di istruzioni che possono essere utilizzate per decrittare file;
  • La decryption key viene rilasciata dai creatori del malware dopo che il riscatto è stato pagato;
  • Esistono diversi tipi di chiavi di decrittazione;
  • Una delle opzioni a tua disposizione per ottenere la password di un file crittografato è utilizzare attacco di forza bruta;
  • AES 256 è un algoritmo di crittografia simmetrica standard;
  • Ci vogliono una o due settimane per riprendersi da un ransomware;
  • Soltanto il 10% effettua il backup dei dati giornalmente, mentre il 20% non lo effettua mai.

La priorità assoluta, quando si parla di ransomware, è poter contare su un gruppo di esperti che sono a tua disposizione per agire con velocità.

HelpRansomware mette a disposizione delle vittime un insieme di servizi che coprono tutto il procedimento, dall’identificazione all’eliminazione e ripristino dei dati.

rimuovere ransomware supporto gratuito helpransomware

Vuoi rimuovere il ransomware e recuperare i tuoi dati?

Contattaci per avere supporto gratuito immediato