Ransomware Nel Settore Sanitario: Statistiche E Consigli Sulla Sicurezza

Statistiche sui ransomware nel settore sanitario, perché la Sanità è nel mirino di questi attacchi e consigli sulla sicurezza.

Non sei sicuro del tipo di ransomware che ha crittografato i tuoi dati? HelpRansomware

Non sei sicuro del tipo di ransomware che ha crittografato i tuoi dati?

HelpRansomware Identifica, rimuove e recupera i tuoi dati da qualsiasi tipo di ransomware

Quali sono gli attacchi informatici più diffusi nel  settore sanitario?

Gli attacchi informatici al sistema sanitariorappresentano un rischio rilevante.

La Sanità deve fare i conti con due tipi di cyber attacchi:

  • Ransomware: gli hacker entrano nella rete di un’azienda, criptano tutti i file e richiedono denaro in cambio della decryption key;
  • Malware: gli hacker attaccano la rete o il dispositivo di un’azienda, infettando con software o codice dannoso che consente loro di controllare, sottrarre o distruggere i dati.

Entrambi possono causare gravi perdite finanziarie e di dati alle imprese.

Qual è la più grande minaccia per la sicurezza dei dati sanitari?

La più grande minaccia per la sicurezza dei dati sanitari è rappresentata dall’infiltrazione nei sistemi da parte degli hacker.

Il rischio è che possano utilizzare i dati in modo indebito, generare errori o propagare un  gran numero di informazioni.

I dati sanitari possono essere compromessi in seguito ad azioni di hacking, infezione da malware o errori umani.

Secondo Statista, il furto d’identità è il crimine informatico più diffuso nel sistema sanitario.

Qual è la più grande minaccia per la sicurezza dei dati sanitari HelpRansomware

Perché il settore sanitario è preso di mira dagli attacchi ransomware?

L’attacco ransomware ha lo scopo di arrecare un danno economico.

Le aziende sanitarie dispongono di dati importanti che hanno un enorme valore monetario.

I criminali sfruttano la vulnerabilità di strutture sanitarie e centri medici, infettandoli con malware e costringendoli a pagare un riscatto per recuperare file crittografati.

Si tratta di somme spesso esorbitanti per la maggior parte delle aziende, tanto più che le stesse agenzie di assicurazioni ne rifiutano la copertura, poiché ritenute non “urgenti”.

Perché gli ospedali sono il bersaglio preferito degli attacchi ransomware nel settore sanitario?

Ci sono due motivi per cui le aziende sanitarie sono tra quelle più colpite da attacchi ransomware.

In primo luogo, la Sanità è tra le industrie più redditizie al mondo.

La seconda ragione è che gran parte delle attrezzature e dei servizi sanitari negli ospedali non sono ancora digitalizzati, quindi più vulnerabili ai crimini informatici.

Perché gli hacker colpiscono il settore sanitario?

Questi cyber attacchi possono causare perdite finanziarie significative, oltre alla perdita di dati personali per le aziende sanitarie e i centri a cui sono diretti.

Le aziende sanitarie subiscono duri attacchi poiché gestiscono informazioni personali riguardanti i pazienti a cui i malintenzionati puntano per compiere atti illeciti, come il furto d’identità.

Vuoi rimuovere il ransomware in modo rapido e sicuro? HelpRansomware

Vuoi rimuovere il ransomware in modo rapido e sicuro?

HelpRansomware ha aiutato migliaia di aziende e amministrazioni a riprendersi da un attacco ransomware

Perché il settore sanitario è così vulnerabile agli attacchi informatici?

Uno dei motivi principali è che molti ospedali e operatori usano ancora software e dispositivi obsoleti.

Questo fa di loro un bersaglio facile per gli hacker.

Inoltre, il settore sanitario dispone di una moltitudine di dati sensibili sui pazienti che gli hacker possono utilizzare per ricattare aziende e privati, o per estorcere denaro.

In che modo il ransomware può colpire le strutture sanitarie?

Il ransomware può essere utilizzato come mezzo di estorsione.

Una volta entrati nelle reti o nei sistemi degli ospedali, gli hacker chiedono il pagamento di una somma in cambio della chiave di accesso ai dati o alle informazioni criptate.

Un noto caso di estorsione da ransomware in ambito sanitario è stato quello perpetrato a Vastaamo, la più grande rete di fornitori privati per la salute mentale in Finlandia. Secondo l’Helsinki Times, questo attacco di portata nazionale ha colpito 25.000 pazienti a cui erano state indirizzate e-mail di estorsione.

In che modo il ransomware può colpire le strutture sanitarie HelpRansomware

Un altro metodo usato per colpire gli ospedali con il ransomware consiste nel criptare i file delle reti informatiche ospedaliere, rendendoli inutilizzabili fino a quando il riscatto non viene pagato.

Statistiche sui ransomware nel settore sanitario

In questa sezione, scoprirai le statistiche di attacchi informatici  ransomware sferrati in campo sanitario:

  • Secondo il Cybercrime Magazine, la spesa per la sicurezza informatica nel settore sanitario, dal 2020 al 2025, ammonta a 125 miliardi di dollari;
  • Il Dipartimento della Salute e dei Servizi Umani degli Stati Uniti segnala che la spesa per casi di violazione dei dati sanitari ha raggiunto i 10,10 milioni di dollari;
Spesa per violazione di dati sanitari HelpRansomware
  • Il 55% delle strutture sanitarie ha subito un attacco ransomware nel 2021 e il 36% dei dati criptati non è stato recuperato, secondo Veeam;
  • La stessa fonte rivela inoltre che, dati i costi elevati, solo il 25% delle aziende sanitarie sarebbe disposto a sostituire i propri sistemi di protezione;
  • Secondo i dati Sophos, gli attacchi ransomware nel settore medico sono quasi raddoppiati dal 2020 al 2021, passando dal 34% al 66%;
  • Questa fonte indica inoltre che il 44% degli istituti sanitari impiega una settimana per riprendersi dall’attacco, mentre il 25% di essi impiega circa un mese.
Tempo recupero degli istituti sanitari HelpRansomware

Questi numeri comprovano due dati di fatto: la Sanità è sempre più sotto attacco ransomware e le strutture sanitarie sono vulnerabili a questo tipo di reati.

Qual è stato il più clamoroso data breach sanitario degli ultimi tempi?

Secondo Statista, il data breach sanitario più eclatanteè stato quello perpetrato ad Accellion FTA, con 3,5 milioni di vittime.

Qual è stato il più clamoroso data breach sanitario degli ultimi tempi HelpRansomware

Accellion ha raggiunto un accordo per porre fine ad una controversia per la violazione delle informazioni personali, come dettagliato nell’azione legale dei richiedenti:

“La società tecnologica è stata accusata di non proteggere adeguatamente le informazioni personali di milioni di persone dopo che gli hacker hanno sfruttato una vulnerabilità della piattaforma”.

Si deve pagare il riscatto da ransomware nel settore medico?

Gli esperti di sicurezza, tra cui HelpRansomware, consigliano alle strutture sanitarie di non pagare il riscatto perché non vi è certezza che gli hacker restituiscano le informazioni.

Secondo Sophos, le aziende sanitarie che hanno pagato il riscatto hanno recuperato solo il 65% dei propri dati.

Gli ospedali sono tenuti a pagare il riscatto da ransomware nel settore medico HelpRansomware

Il migliore strumento di protezione per le aziende consiste nell’eseguire frequenti backup e aggiornamenti dei loro software.

Contatta HelpRansomware, un’azienda leader nella rimozione di ransomware, sicurezza informatica e decrittazione.

Il suo team è in grado di rimuovere i ransomware e aprire file criptati. Inoltre, può offrirti una consulenza in materia di sicurezza informatica e prevenzione da ransomware nel settore sanitario.

Hai bisogno di aiuto ora? HelpRansomware

Hai bisogno di aiuto ora?

Parla adesso con un esperto di ransomware

Gli ospedali pagano il riscatto?

I dati Sophos parlano chiaro: le strutture sanitarie tendono a cedere al ricatto, collocandosi in testa alla classifica tra i vari settori, con una percentuale pari al 61%.

Gli ospedali pagano il riscatto HelpRansomware

È importante precisare quanto sia fondamentale non pagare il riscatto agli hacker.

Se sei vittima di ransomware nel settore sanitario, affidati a una società specializzata nel rimuovere ransomware e recuperare i dati.

È il caso di HelpRansomware, composta da un team di esperti in grado di fornire assistenza 24 su 24, 7 su 7.

Contatta uno specialista HelpRansomware

Contatta uno specialista

I nostri esperti di ransomware sono disponibili 24 ore su 24, 7 giorni su 7 in tutto il mondo

In che modo le aziende ospedaliere possono proteggersi dai ransomware?

Gli ospedali non sono protetti dagli attacchi ransomware tanto quanto le strutture appartenenti ad altri settori.

Sono vulnerabili a malware e virus, dato il gran numero di dispositivi connessi in uso per lo svolgimento delle attività quotidiane.

Gli ospedali sono maggiormente esposti al rischio di infezioni a causa del tipo di dispositivi utilizzati.

Inoltre, sono obiettivi appetibili per i creatori di ransomware in quanto gestiscono i dati sensibili dei pazienti, preziosi per i criminali informatici.

Le istituzioni che dispongono di mezzi finanziari e infrastrutture sono maggiormente esposte rispetto a quelle con risorse limitate.

Gli operatori sanitari devono investire in misure di sicurezza innovative, come firewall, software antivirus e sistemi di rilevamento delle intrusioni.

In che modo gli ospedali possono proteggere i dati dei loro pazienti?

La Sanità è un settore estremamente regolamentato.

I dati prodotti da pazienti, medici e ospedali sono molto sensibili e rischiano di essere utilizzati in modo indebito.

È necessario impedire l’accesso non autorizzato a queste informazioni, onde evitare che l’azienda ospedaliera perda la sua reputazione online e la fiducia dei suoi pazienti.

Hai bisogno di aiuto per recuperare i tuoi dati? HelpRansomware

Hai bisogno di aiuto per recuperare i tuoi dati?

Rimuoviamo il ransomware e recuperiamo i tuoi file

Gli ospedali possono adottare alcune precauzioni per proteggere i dati dei loro pazienti.

Tra queste: usare database di archiviazione sicuri, utilizzare la crittografia, limitare l’accesso e fornire delle direttive rigorose sulla gestione dei dati sensibili da parte dei dipendenti.

In che modo le strutture sanitarie possono prevenire gli attacchi ransomware nel loro settore?

In primis, dovrebbero assicurarsi di avere un buon piano di backup e ripristino dei dati.

Inoltre, occorre utilizzare un software antivirus che si aggiorna automaticamente.

Gli attacchi ransomware nel settore sanitario possono essere estremamente pericolosi per l’attività delle aziende sanitarie.

Pertanto, è importante che gli ospedali mettano in atto un piano di protezione da ransomware e di recupero.

Secondo Veeam, il 74% delle organizzazioni in ambito sanitario fa ancora affidamento su azioni manuali per il ripristino delle operazioni e il Disaster Recovery.

In che modo le strutture sanitarie possono prevenire gli attacchi ransomware nel loro settore HelpRansomware

Come si può migliorare la sicurezza informatica in ambito sanitario?

La sicurezza informatica nel settore sanitario è un tema che desta forte preoccupazione non solo tra i pazienti, ma anche tra gli operatori.

È importante un’azione congiunta per adottare nuove misure che mitighino questo fenomeno.

In altre parole, identificare potenziali vulnerabilità attuando un sistema di analisi dei rischi, valutazione e gestione delle debolezze, configurazione sicura e monitoraggio continuo della sicurezza.

Puoi contattare HelpRansomware per analizzare, insieme al suo team, le vulnerabilità della tua organizzazione e, di conseguenza, migliorarne la sicurezza.

Sei stato vittima di un attacco ransomware? HelpRansomware

Sei stato vittima di un attacco ransomware?

HelpRansomware ti garantisce la rimozione e il ripristino di tutti i file crittografati dal ransomware

Conclusioni

In questa guida, ti abbiamo svelato alcuni dati sui ransomware nel settore sanitario. E ti è stato spiegato anche il perché l’industria è nel mirino di questi attacchi e quali misure di sicurezza adottare.

Da questo articolo, si possono trarre le seguenti conclusioni:

  • Il furto di identità è il crimine informatico più diffuso in ambito sanitario;
  • Gli hacker sfruttano le debolezze di questo settore per propagare malware e criptare i file;
  • In cinque anni, si stima che la spesa destinata alla sicurezza informatica nella Sanità sarà pari a 125 miliardi di dollari;
  • Il costo totale imputabile alle violazioni di dati sanitari ha raggiunto 10,10 milioni di dollari;
  • L’attacco sferrato ad Accellion FTA è considerato il più significativo in questo settore, con 3,5 milioni di vittime.

È importante diffondere un messaggio univoco alle organizzazioni colpite dal ransomware nel settore sanitario: non pagare il riscatto.

I criminali informatici raramente restituiscono i file e, quando lo fanno, si tratta di dati compromessi.

Se sei vittima di ransomware, contatta una società specializzata come HelpRansomware.

L’azienda è esperta nella rimozione di ransomware, sicurezza informatica e decrittazione.

Ti è stato richiesto di pagare un riscatto per recuperare i tuoi file e accedere nuovamente al sistema? HelpRansomware

Ti è stato richiesto di pagare un riscatto per recuperare i tuoi file e accedere nuovamente al sistema?

Non pagare il riscatto! Contatta HelpRansomware